Canicattini, aggiudicate le gare per l’ampliamento dell’asilo nido e l’impianto d’illuminazione minieolico-fotovoltaico

Foto d'archivio
Foto d’archivio

CANICATTINI – Sono state assegnate nei giorni scorsi due delle gare bandite dal Comune di Canicattini Bagni nei mesi scorsi. Si tratta della gara per l’ampliamento dell’asilo nido comunale e quella per la fornitura e posa in opera dei pali per l’impianto di illuminazione da fonte sostenibile (mini eolico e fotovoltaico) nelle zone periferiche del centro abitato e nelle zone rurali.

A curare le procedure delle due gare è stato l’Ufficio Tecnico comunale diretto dal geometra capo Giuseppe Carpinteri, che ha anche presieduto le Commissioni aggiudicatrici, con Responsabile Unico del Procedimento il geometra Luigi Petrolito.

Per quanto riguarda la prima gara, quella relativa all’ampliamento dell’asilo nido “S. Maria Goretti” di via S. Nicola, finanziato dall’Assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, per il miglioramento del servizio e dell’accoglienza dei bambini che così passeranno a 48, dagli attuali 42 (36 da zero a tre anni, più 6 lattanti), sono state 149 le ditte che hanno presentato offerte, una delle quali esclusa per carenza di documentazione.

Ad aggiudicarsi la gara è stata l’impresa “Risparmio Energetico” di Aci Catena che ha offerto il ribasso pari a 38,3232% sull’importo di  227.589,01 euro  soggetto a ribasso d’asta, (€ 12.377,76 per oneri per la sicurezza e € 93.986,48 per costo della manodopera il tutto non soggetti a ribasso) + IVA al 10%. L’impresa  collocatosi al secondo posto risulta essere, invece, l’impresa “Segipa” s.r.l. che ha offerto il ribasso pari a 38,3231%.  I lavori dovranno essere realizzati in 180 giorni dal verbale di consegna.

Nella seconda gara relativa alla fornitura e posa (199 pali) dell’impianto di illuminazione ad energia rinnovabile (mini eolica più fotovoltaico) a led, a bassissimo consumo energetico, per le zone periferiche del centro abitato e le zone rurali, con manutenzione dell’impianto per 5 anni, finanziato dalla Regione attraverso il Pon Fesr 2007/2013, sono state tre le offerte presentate.

La Commissione di gara, presieduta dal geometra capo Giuseppe Carpinteri, ha aggiudicato provvisoriamente la fornitura all’impresa “Reitano” s.r.l.  di Paternò, che ha praticato il ribasso d’asta del 20%, sull’importo di euro 1.148.332,33 al netto di Iva, oneri per la sicurezza e costo della manodopera. I tempi della fornitura e posa sono stati fissati dal bando pubblico in 92 giorni consecutivi naturali.

Con l’installazione dell’impianto ad energia rinnovabile  nelle zone periferiche e rurali, si completa così l’impiantistica dell’illuminazione pubblica  a risparmio energetico in tutta Canicattini Bagni. Questi nuovi lavori, infatti, fanno seguito a quelli appena conclusi che hanno riguardato il nuovo e più ampio impianto  artistico di illuminazione pubblica in tutto il centro abitato, deciso dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Amenta.

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *