Il comandante interregionale dei Carabinieri generale Riccardo Amato in visita al Comando provinciale di Siracusa

Al centro il gen. Riccardo Amato
Al centro il gen. Riccardo Amato

SIRACUSA – Visita questa mattina del generale di Corpo d’Armata, Riccardo Amato, comandante interregionale “Culqualber”, al Comando provinciale Carabinieri di Siracusa.

A ricevere l’alto ufficiale c’erano il comandante provinciale, colonnello Luigi Grasso, i comandanti di stazione della provincia, una rappresentanza dei delegati Cobar dei Carabinieri in congedo. Il generale Amato, da pochi mesi al Comando Interregionale Carabinieri di Messina, con competenza territoriale sulle regioni di Sicilia e Calabria, non ha mancato di ricordare il proprio legame con il territorio dell’isola che lo ha visto impegnato in numerosi incarichi della sua carriera, ultimo dei quali il Comando della Legione Carabinieri di Palermo che aveva lasciato meno di due anni fa.

Prima di giungere presso il Comando provinciale aretuseo, Amato ha incontrato il prefetto Armando Gradone, il presidente del Tribunale, Antonio Maiorca, il procuratore capo, Francesco Paolo Giordano, il procuratore aggiunto, Fabio Scavone, e il questore Mario Caggegi.

Al Comando provinciale dell’Arma, nel portare il proprio saluto alle rappresentanze presenti, il generale Amato ha sottolineato l’importanza del dispositivo territoriale, costituito dai reparti dei Carabinieri della Legione, nella difesa dei cittadini e nella lotta alla criminalità organizzata, comune e dei fenomeni associativi delinquenziali più in generale.

Il saluto ai presenti
Il saluto ai presenti

Durante l’incontro con il personale, lo stesso comandante interregionale, ringraziando il personale per il quotidiano impegno svolto sul territorio, ha colto l’occasione per un confronto sull’attività operativa svolta dai Carabinieri di Siracusa, soffermandosi sugli impegni che l’Arma ha dovuto affrontare negli ultimi tempi, non tralasciando di sottolineare il grande sforzo compiuto giornalmente nell’accoglimento dei migranti sempre contraddistinto dallo spirito di umanità nell’applicazione della legge tipico dell’operato del  Carabiniere in tutte le sue funzioni.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto ai rappresentanti dell’Arma in congedo, che negli anni del servizio attivo ha contribuito in maniera determinante alla “costruzione” del prestigio dell’Istituzione, e alle famiglie che sostengono tutti i militari nel loro servizio quotidiano

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *