Canicattini, manifestazione d’interesse per i 16 alloggi che nasceranno con la riqualificazione di via Grimaldi

Ecco come sarà via Grimaldi
Ecco come sarà via Grimaldi

CANICATTINI – Il Comune di Canicattini Bagni, facendo seguito all’intesa sottoscritta il 26 giugno dello scorso anno tra il dirigente generale dell’Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità e il sindaco Paolo Amenta, per quanto riguarda il programma di riqualificazione urbana di via Grimaldi (parcheggi, spazi a verde, marciapiedi, arredo urbano), già finanziato e i cui lavori sono stati anche appaltati, ha provveduto alla pubblicazione di un Avviso Pubblico per la manifestazione d’interesse da parte dei cittadini, nella locazione dei 16 alloggi che saranno offerti in locazione a canone sostenibile (anche trasformabili in riscatto, per una durata non inferiore a 25 anni).

Alloggisocial housing” che verranno realizzati, come previsto nel programma di riqualificazione, 12 dall’impresa privata Domus Hotel s.r.l. di Siracusa in via San Nicola angolo 1° traversa San Nicola; e 4 da parte dell’Istituto Autonomo Case Popolari nei bassi, attualmente vuoti, delle palazzine di via Grimaldi. 

Con la manifestazione d’interesse il Comune, proprio in concomitanza dell’avvio dei lavori, intende così verificare preventivamente l’interesse dei cittadini (residente e non), alla locazione dei costruendi appartamenti, che dovranno essere locati, come si diceva, a canone sostenibile alle categorie individuate dal comma 2 dell’art.11 del decreto legge 25 giugno 2008, n.112, convertito con modificazione della legge 6 agosto 2008, n.133 cioè:

  1. Nuclei familiari a basso reddito, anche monoparentali o monoreddito;
  2. Giovani coppie a basso reddito;
  3. Anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate;
  4. Studenti fuori sede;
  5. Soggetti sottoposti a procedure esecutive di rilascio;
  6. Altri soggetti in possesso dei requisiti di cui all’art.1 della legge 8 febbraio 2007 n.9;
  7. Immigrati regolari a basso reddito, residenti da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima regione.

Insomma, il Comune vuole sapere se questi 16 alloggi avranno candidati per andarli ad abitare, e di sicuro saranno in tanti quelli che aderiranno, in particolare in questa difficile fase di crisi, dove diventa problematico (si pensi alle giovane coppie, a chi ha un lavoro precario, agli anziani e così via) sostenre alti costi per gli affitti.

La domanda, da presentare entro le ore 12:00 del 30 novembre al protocollo del Comune, deve essere redatta nell’apposito modulo reperibile, assieme all’Avviso Pubblico, presso l’Ufficio Tecnico Comunale (Ufficio Urbanistica, nei giorni da martedì al venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 (rivolgendosi all’impiegato Giorgio Germano), tel. 0931-540222 – fax. 0931540207 – ufficiotecnico@comune.canicattinibagni.sr.it) o consultabile e scaricabile dal sito Internet del Comune www.comunecanicattinibagni.it (dal menù “Uffici e Procedimenti” sezione “Ufficio Tecnico” oppure dal menù “Atti e Documenti” sezione “Avvisi e Domande”).

La stessa domanda può essere presentata anche da persone non residenti nel territorio di Canicattini Bagni o in rappresentanza di terzi.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *