Sostegno alle piccole e medie imprese siciliane con “Jeremie Sicilia” di UniCredit e Fesr regionale

Giovanni Chelo
Giovanni Chelo

Palermo – E’ stato pubblicato sul sito di UniCredit (www.unicredit.it) l’avviso pubblico per le imprese e tutta la documentazione necessaria per presentare la domanda di finanziamento a valere sull’iniziativa Jeremie Sicilia Pmi.

UniCredit ed il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI, l’istituzione del Gruppo BEI specializzata nel capitale di rischio) hanno sottoscritto di recente un accordo nell’ambito dell’iniziativa Jeremie Sicilia al fine di sostenere le micro, piccole e medie imprese dell’isola.

Grazie alle risorse FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale) stanziate dalla Regione Sicilia, pari a un massimo di 22,8 milioni di euro, combinate con ulteriori fondi propri messi a disposizione da UniCredit per il programma (ulteriori 27,9 milioni di euro) sarà possibile erogare prestiti a condizioni agevolate fino a 50 milioni di euro.

A beneficiarne saranno le piccole e medie imprese siciliane attive in tutti i settori economici. I finanziamenti saranno erogati per investimenti in beni materiali e immateriali, per il capitale circolante relativo allo stabilimento, rafforzamento o espansione di attività nuove o esistenti.

La misura rappresenta un ulteriore strumento volto a sostenere l’economia dell’isola,  fornendo un concreto sostegno alle piccole e medie imprese che da sole rappresentano una larga fetta del tessuto imprenditoriale siciliano.

«UniCredit, prima banca in Sicilia per filiali e quote di mercato – ha rimarcato Giovanni Chelo, regional manager Sicilia di UniCredit – è fortemente impegnata a sostenere l’economia dell’isola anche in questo difficile momento congiunturale. L’iniziativa Jeremie ci permette di fornire un concreto sostegno alle piccole e medie imprese che da sole rappresentano una larga fetta del tessuto imprenditoriale siciliano e che siamo impegnati ad aiutare anche sotto il profilo dell’apertura ai mercati internazionali, sfruttando le opportunità derivanti dalla nostra presenza diretta in numerosi Paesi europei e da una rete internazionale complessiva distribuita in circa 50 mercati. L’attuazione concreta del programma Jeremie ci consente, pertanto, di rafforzare ulteriormente il nostro ruolo di banca del territorio e di punto di riferimento del sistema imprenditoriale locale».

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *