In agitazione a Pachino i dipendenti comunali, chiedono lo stipendio di ottobre

pachino_comunePachino – I dipendenti del Comune di Pachino preannunciano la volontà di indire lo stato di agitazione. La decisione, assunta dalla FP Cisl territoriale, arriva dopo l’incontro tra la segreteria sindacale e i dipendenti.

Alla base della protesta, il mancato pagamento dello stipendio del mese di ottobre e le mancate risposte del sindaco alle sollecitazioni arrivate dal sindacato intervenuto per sbloccare la vicenda.

«I dipendenti hanno percepito il mese di stipendio non molti giorni fa – hanno detto Daniele Passanisi, segretario generale della FP Cisl Ragusa Siracusa, e Letizia Ragazzi, responsabile del Dipartimento Enti Locali della stessa federazione –. È già maturato il mese di ottobre e tra non molto stessa cosa avverrà per quello di novembre. Gli oltre 7 milioni di euro ricevuti dal Comune, utili per il pagamento delle imprese sono a disposizione del Comune. Noi abbiamo più volte chiesto al sindaco di attingere ai flussi di cassa ma, stranamente, non è stato possibile neppure verificare tutto questo. I dipendenti, spina dorsale dell’ente locale e di tutti i servizi che vengono erogati alla cittadinanza – hanno concluso Passanisi e Ragazzi – sono estremamente preoccupati per questa gestione della vicenda. Intere famiglie sono costrette a sopportare ammanchi nell’economia mensile, con i problemi che ne derivano per mutui e gestione di casa. Ci avviamo verso il mese di dicembre, da sempre momento di ulteriori entrate per i lavoratori, e l’atteggiamento del Sindaco non lascia margini di serenità. Per questo abbiamo deciso di avviarci verso lo stato di agitazione ed i lavoratori sono pronti a rivendicare il diritto allo stipendio».

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *