“Governando ci si sporca le mani”…, e allora, #siamotuttinogarin

Filippo Nogarin
Filippo Nogarin

Si sa, criticare, trovare difetti negli altri, non solo è facile, ma anche “bello”.

L’arte della critica si esplicita, essenzialmente, nell’accusare gli altri di incapacità e, contemporaneamente, nell’esaltazione del proprio essere super eroe.

Però, appena si appoggia, leggermente, un dito nell’acqua calda… il dolore è tremendo, ci si brucia.

Questa è la “storiella”.

Gianni Lemmetti, assessore livornese della giunta presieduta da Filippo Nogarin si è beccato un avviso di garanzia. Al Partito Democratico non sembrava vera la possibilità di ricambiare con la stessa moneta i grillini: “a noi dicevate di dimetterci, e ora?”.

Poi, è arrivato direttamente Matteo Renzi, dai piani alti di Palazzo Madama, pronto a buttare del ghiaccio sull’acqua (calda): “Noi siamo garantisti, non chiederemo a Lemmetti di dimettersi”.

A margine della storiella c’è una  morale.

L’ha raccontata in un intervista video lo stesso Sindaco Filippo Nogarin, simpatico e lontano dall’incazzatura cronica dei leader del Movimento per l’Onestà Cinque Stelle.

Ebbene, il primo cittadino grillino si è espresso così: “In Parlamento chiediamo dimissioni a raffica? Vero, ma lì siamo opposizione”.

E poi, “Governando ci si sporca le mani”…, e allora,  #siamotuttinogarin

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *