Torneranno ad Ortia la Guardia Medica e il presidio 118 nei locali della Casermetta Mazzini al Foro Italico

Brugaletta e La Tella
Brugaletta e La Tella

SIRACUSA – Tornano nel Centro storico di Ortigia, a Siracusa, l’ambulatorio di Guardia Medica e il presidio sanitario di emergenza 118.

I due servizi sanitari saranno ubicati nell’immobile demaniale “Casermetta Mazzini”, in via Riva Mazzini, banchina n. 7 al Foro Italico, concesso in comodato d’uso per i prossimi vent’anni dalla Capitaneria di Porto all’Asp.

Il verbale di consegna dell’immobile è stato sottoscritto nei giorni scorsi dal comandante della Capitaneria di Porto di Siracusa, Domenico La Tella, e dal direttore generale dell’Asp, Salvatore Brugaletta.

L’immobile, su una superficie di 156 metri quadrati, si trova in discreto stato di conservazione e sullo stesso saranno immediatamente avviati i lavori di adeguamento ai requisiti previsti dalle norme sull’accreditamento delle strutture sanitarie già predisposti dall’Ufficio Tecnico aziendale.

Tutte le spese di ordinaria e straordinaria manutenzione dell’immobile sono a carico dell’Azienda sanitaria così come eventuali ulteriori interventi che si ritenessero necessari per garantire la sicurezza e la salubrità dei locali.

Al traguardo si è giunti a completamento del percorso avviato con l’istanza formalizzata nel 2014 dall’Azienda Sanitaria insieme con il Comune di Siracusa e conclusosi lo scorso 25 marzo con l’autorizzazione della Direzione generale per la Vigilanza sulle Autorità portuali del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, alla consegna dell’immobile all’Asp, e l’incessante impegno profuso dal comandante della Capitaneria di Porto, Domenico La Tella.

Soddisfatto anche il deputato regionale ed ex vice sindaco di Siracusa, Vincenzo Vinciullo, per la conclusione e il ritorno ad Ortigia del presidio medico.

«Un risultato importante – ha affermato Vinciullo – che arriva dopo anni attesa e che ci ha visto impegnati a trovare soluzioni per la sede che già negli anni scorsi, quando era ministro Lupi, aveva visto una prima concessione che il Comune poi non aveva accettato, causando di fatto il ritardo con cui viene firmata la convenzione odierna.Dopo la consegna all’Asp della Casermetta Mazzini, la stessa Asp ora dovrà provvedere a eseguire i lavori per la messa in sicurezza, in modo tale che, nel breve volgere di qualche mese, finalmente il 118, che da h12 passerà ad h24, possa essere finalmente allocato nel luogo in cui fu pensato e, nello stesso tempo, si possa aprire una sede della Guardia Medica in maniera tale che tanti residenti e turisti possano avere questo servizio che è di fondamentale importanza per una realtà come quella di Ortigia».

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *