Versalis, incontro oggi a Roma tra sindacati dei chimici, Eni e governo, nella trattativa di cessione anche gruppi italiani

versalis-eniROMA – Non è stato ancora chiuso l’accordo tra Eni e l’americana SK Capital sul futuro di Versalis, anzi il governo nazionale starebbe valutando anche la solidità economica di altre società e gruppi imprenditoriali, anche italiani, che nel frattempo si sarebbero inserite nel percorso di cessione che da tempo l’Eni avrebbe reso pubblico.

È quanto emerso nell’incontro di oggi a Roma tra le organizzazioni sindacali dei chimici, Filctem, Femca e Uiltec, con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti.

All’incontro, con i tre segretari nazionali sindacali, presente anche il siracusano Emanuele Sorrentino della Uiltec, in rappresentanza della zona sud Italia.

Nuovi scenari anche italiani, dunque, potrebbero aprirsi nella vertenza Versalis, per cui il governo ha confermato il controllo da parte di Eni fino al completamento del piano di investimenti.

Adesso il sindacato attenderà gli sviluppi che gli accertamenti aperti da queste nuove offerte potrebbero rappresentare per il proseguo degli investimenti su Versalis, in particolare nell’area industriale del siracusano, e le garanzie occupazionali.

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *