“Ricami d’oro e Profumo d’incenso”, giovedì 19 maggio conferenza e mostra al Museo Tempo di Canicattini Bagni

manifesto_ricam3CANICATTINI – L’antica arte del ricamo con fili d’oro puro, ma soprattutto il restauro dell’importante e vasto patrimonio di ricami, in particolare i paramenti sacri, che il nostro Paese possiede, e quelli sparsi per il mondo, saranno giovedì 19 maggio, con inizio alle ore 17:30, al centro di due importanti appuntamenti dal titolo “Ricami d’oro e Profumo d’incenso”, al Museo TEMPO (Museo dei Sensi, del Tessuto, dell’Emigrante e della Medicina Popolare) di via XX Settembre 132 – via De Pretis 18 di Canicattini Bagni.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il Comune di Canicattini Bagni e il suo Museo dei Sensi, del Tessuto, dell’Emigrante e della Medicina Popolare, e il Comune di Cassaro e il suo Museo Civico intitolato a Mons. Luigi Bordonaro, nell’ambito del Sistema Rete Museale Iblei, e vedrà la partecipazione della prestigiosa e storica ditta “Serpone” di Napoli, famosa per i suoi restauri e ricami in oro puro, e della Sovrintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Siracusa.

Alla conferenza, moderata dallo storico dell’arte, Tanino Golino, prenderanno parte:

Saluti

Paolo Amenta – sindaco di Canicattini Bagni;

Rosalba Panvini, sovrintendente BBCCAA di Siracusa.

Interventi

Don Alfio Gibilisco, direttore Beni Diocesani di Siracusa – “Educare al bello”;

Giuseppe Carrabino, storico dell’arte – “Il popolo catechizzato attraverso l’arte”;

Don Giuseppe Di Rosa – “Le scelte di semplicità di Papa Francesco”;

Francesco Serpone, titolare ditta Serpone fondata all’inizio dell’800 – “I ricami dei Serpone di Napoli dal 1820”.

Un evento unico ed irripetibile quello che ospiterà Canicattini Bagni, nel corso del quale verranno esposte opere d’arte inedite ed oggetti ricamati nei secoli scorsi, e Concetta Richiello, ricamatrice della Serpone di Napoli, mostrerà il ricamo con filo d’oro, l’incastonatura di pietre preziose nei parati sacri e gli interventi di restauro conservativo degli oggetti d’arte sparsi in tutto il mondo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *