Libia, tutela dei pescatori nelle acque internazionali. Cracolici ringrazia i ministri Gentiloni, Pinotti, Martina e Alfano

Foto d'archivio
Foto d’archivio

PALERMO – L’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici scrive ai ministri Gentiloni, Pinotti, Martina e Alfano  per ringraziarli delle attività  di tutela messe in campo dal Governo per proteggere i pescatori siciliani, impegnati nelle acque al confine con la Libia.

«Sono molto grato per la sensibilità con cui i ministri hanno assunto l’iniziativa di pattugliare le acque internazionali a protezione delle nostre marinerieafferma Cracolici -. La collaborazione tra i istituzioni, soprattutto in una terra di frontiera come la Sicilia, e’ indispensabile per garantire la sicurezza e preservare lo sviluppo economico. Esprimo il mio più sincero apprezzamento per l’attività di tutela rivolta alle imbarcazioni dei nostri pescatori operanti nelle acque internazionali prospicienti la Libia (Bengasi e Misurata). Tale attività è ritenuta fondamentale per assicurare il regolare svolgimento della pesca al gambero rosso che notoriamente si pratica tra marzo e ottobre. D’altra parte, grazie alla sensibilità e all’autorevole intervento dei ministri si rende giustizia ad una comunità, quella dei pescatori siciliani e segnatamente al Distretto di Mazara del Vallo che da oltre 50 anni ha pagato un tributo altissimo.  Il nostro augurio e i nostri sforzi – conclude l’assessore Cracolici – saranno indirizzati a creare forme di cooperazione scientifica e produttiva che già da molto tempo il Distretto Produttivo della Pesca con la malleva della Regione Siciliana, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di altre Istituzioni, propugna come principi condivisi della Blue Economy».

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *