Pronta la raccolta della mandorla, il Consorzio invita i produttori a non vendere subito per non far calare i prezzi

mandorla_avolaAVOLA – Pronta la stagione della raccolta delle mandorle, per cui le previsioni 2016 indicano una notevole produzione di mandorle nel territorio siracusano.

Questa l’analisi del Consorzio della mandorla di Avola, dovuto anche alla  mitezza dell’inverno che ha consentito, infatti,  che i mandorleti trasformassero in frutti gran parte dell’intensa fioritura. Anche se, a  causa delle scarse piogge, le mandorle si presentano in molti casi di pezzatura inferiore allo scorso anno e già pronte per essere raccolte.

Una situazione che potrebbe determinare un abbassamento del prezzo a danno dei produttori, come sottolinea Antonio Scacco, presidente del Consorzio della mandorla di Avola, che rivolgendosi proprio ai  mandorlicoltori, li invita a non vendere il prodotto al di sotto di un determinato prezzo.

«L’invito del Consorzio ė di non vendere il prodotto in questa fase a meno di  2 euro al chilosottolinea Scaccoprezzo peraltro al di sotto delle quotazioni del 2015. Va sottolineato che ogni anno, nella fase iniziale, agisce come causa di ribasso la presenza dei cosiddetti “raccoglitori”, che puntano purtroppo a recuperare rapidamente solo i loro costi di raccolta e non certo, come nel caso delle aziende agricole, i costi complessivi della produzione. Per questo non bisogna precipitarsi a vendere ma attendere che la situazione si stabilizzi su quotazioni che rispettino il lavoro dei produttori. Dal canto nostro, come Consorzio – conclude Scacco – siamo impegnati a promuovere e a rilanciare  al massimo il consumo della nostra mandorla con programmi congiunti tra produttori e aziende commerciali, specie nell’uso dietetico e nel settore della pasticceria di qualità, dove si stanno aprendo importanti mercati a livello nazionale e internazionale».

 

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *