Canicattini cambia il sistema dei rifiuti, “porta a porta” e tutto differenziato, e per l’indifferenziato niente più cassonetti

raccolta_differenziataCANICATTINI – Si rivoluziona, rispetto allo stato attuale,  il servizio dei rifiuti nel Comune di Canicattini Bagni, alla luce delle nuove disposizioni regionali e, soprattutto, al fine di incrementare la raccolta differenziata e ridurre, in modo significativo i rifiuti indifferenziati da conferire in discarica, e di conseguenza i costi per coprire il servizio a cui sono chiamati i cittadini.

D’intesa con il sindaco Paolo Amenta, l’assessore all’Ambiente, Pietro Savarino, e l’intera Amministrazione comunale,  pertanto, il dirigente dell’Area Tecnica del Comune, geometra capo Giuseppe Carpinteri (responsabile del procedimento, geometra Carmelo Santoro), ha predisposto e pubblicato un Avviso Esplorativo per Manifestazione d’Interesse a partecipare, scadenza ore 12:00 del 29 agosto, alla procedura negoziata per l’affidamento, per 6 (sei) mesi, importo  euro 208.651,16 oltre Iva al 10%, del Servizio di Igiene Ambientale nel territorio comunale, con il metodo del “porta a porta”.

Avviso e la modulistica, sono reperibili sul sito del Comune www.comunedicanicattinibagni.it dal menù  “Uffici e Procedimenti” sezione “Ufficio Tecnico”.

L’Avviso è  da  intendersi finalizzato esclusivamente alla ricezione di manifestazioni d’interesse per favorire la partecipazione e consultazione del maggior numero di operatori economici potenzialmente interessati.

Il giorno 30 agosto alle ore  10:00 la Commissione procederà all’apertura della busta e all’accertamento dei requisiti di ammissione dei partecipanti, per individuare il numero dei soggetti idonei ai quali sarà inviata la lettera d’invito a presentare la propria offerta.

Tutte le ulteriori informazioni ed eventuali requisiti potranno essere posti via e-mail all’indirizzo ufficiotecnico@comune.canicattinibagni.sr.it oppure ufficiotecnico.canicattinibagni@pec.it  all’attenzione del dirigente capo Area Tecnica, indicando espressamente la procedura cui si fa riferimento e riceveranno risposta per iscritto.

Il  responsabile del procedimento è il geometra, Carmelo Santoro, tel. 0931 540230 – fax 0931 540207.

Paolo Amenta
Paolo Amenta

«Questo che stiamo avviando con il nuovo bando – ha detto il sindaco Paolo Amenta –  è l’unico metodo per poter finalmente arrivare ad una differenziata responsabile, che ci aiuti a preservare l’ambiente, a tenere pulita la città, e a ridurre in modo rilevante i costi che per legge gravitano per intero sui cittadini. Nel frattempo, non smetteremo di sollecitare e fare pressione sulla Regione, come già facciamo da tempo, per avere un Piano rifiuti regionale ed un Piano dell’impiantistica che ci permetta di conferire il differenziato, in particolare la frazione umida, senza gravare ulteriormente sui costi per il trasporto, vista la carenza di piattaforme in Sicilia. L’emergenza che abbiamo vissuto nelle scorse settimane deve appartenere al passato. Oggi scarichiamo i nostri rifiuti nella discarica di Melilli senza sobbarcarci altri costi per i lunghi trasporti Ma anche questi dovranno essere abbattuti aumentando la differenziata».

Pietro Savarino
Pietro Savarino

«Quello che abbiamo approntato è un bando unico – aggiunge il vice sindaco e assessore all’Ambiente, Pietro Savarino –  al momento per sei mesi, per individuare l’impresa che gestirà l’intero servizio che sarà incentrato solo ed esclusivamente sulla differenziazione del rifiuto. Andremo, infatti, a differenziare tutto. Alla carta, vetro e plastica,che già raccogliamo, si aggiungeranno l’alluminio, quindi le lattine, ma soprattutto la frazione umida,che è la parte più consistente, mentre gli ingombranti, legno ed altri materiali, dovranno essere portati nel Centro di raccolta. Per facilitare ciò attueremo il sistema del “porta a porta”,  con le giornate ben stabilite a seconda della tipologia del rifiuto, compresa l’indifferenziata, che non andrà più nei cassonetti destinati a scomparire. E mi auguro che l’indifferenziata sia sempre meno per risparmiare i costi di conferimento in discarica. Come previsto dal Regolamento approvato nell’ultima seduta di Consiglio, sono previsti incentivi, sino al 30% per i settori commercio e attività produttive, se i titolari si organizzano senza usufruire del servizio del Comune. Così anche per le Contrada dove tempo addietro abbiamo distribuito 75 compostiere, ma vogliamo arrivare a 200, in modo da evitare di raccogliere l’umido in queste zone. Premialità anche per i cittadini che porteranno loro i rifiuti differenziati nel Centro di raccolta. Insomma, si gira pagina, per dare una risposta concreta al problema rifiuti».

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *