Il “sistema Siracusa” e la scoperta dell’acqua calda

Il palazzo Comunale di Siracusa nel cuore di Ortigia
Il palazzo Comunale di Siracusa nel cuore di Ortigia

Tutto ebbe inizio con la “gettonopoli aretusea”, poi le indagini della magistratura, dopo fu la volta di Simona Princiotta che scatenò un putiferio infernale contro il “sistema politico-affaristico della città”, infine il rilancio del sindaco: “…all’interno del Pd soggetti che hanno rapporti con la criminalità organizzata”.

Anzi no. Tutta la storia, almeno quest’ultima, inizia dopo le primarie del PD.  Ecco, in quel preciso istante è sbocciata una guerra per il potere e per la vetrina, forse.

Ora, a prescindere dal caso specifico, esiste una prassi consolidata, tutta italiana.

Chi viene escluso dal potere e chi lo gestisce con risultati che rasentano il fallimento tira in ballo  “mafia capitale”, di cui si ricorda sempre e solo in quelle occasioni.

I riflettori si accendono, rullano i tamburi, le trombe squillano e lo spettacolo continua…

La location è sempre quella, splendida, immersa nella storia e straripante di cultura, meravigliosa e sublime in bellezza, la città che fu di Archimede, espressione mondiale di antica egemonia…non c’è più una tragedia greca, ma ‘na sceneggiata napulitana.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *