Assestamento di bilancio regionale, per Enzo Vinciullo si penalizzano l’ex Provincia di Siracusa e i servizi ai disabili

L'on. Vincenzo Vinciullo
L’on. Vincenzo Vinciullo

SIRACUSA – Un assestamento di bilancio regionale che penalizzerebbe la provincia di Siracusa. La denuncia arriva dal deputato regionale siracusano, Vincenzo Vinciullo, presidente, tra l’altro, della Commissione Bilancio dell’Ars.

Secondo Vinciullo e correzioni approntate lo scorso mercoledì dalla Giunta di governo,  avrebbero “ulteriormente reso irricevibile e insopportabile nelle sue varie articolazioni per la mortificazione scientifica e voluta messa in atto a danno della provincia di Siracusa e dei soggetti svantaggiati”.

«Fra le centinaia di voci, ad eccezione di Augusta e Lentini, per un misero importo totale di 90 mila euro afferma l’on. Vinciullonon ce n’è una sola che riguarda la provincia di Siracusa, mentre sono decine le voci che stanziano risorse per le rimanenti 8 province. All’assessore Baccei ho già notificato che per me, come deputato della provincia di Siracusa, questo assestamento di bilancio è irricevibile e che, di conseguenza, in Commissione Bilancio, nel rispetto dei ruoli e delle funzioni, eserciterò tutte le mie prerogative statutarie per impedire questa manovra che toglie ai poveri per investire nelle cose futili ed inutili. Sappia l’intero Governo – ammonisce il deputato siracusano – che le manovre finanziarie se non sono eque sono destinate a fallire, pertanto, o sono rispettose di tutte le entità territoriali esistenti o rischiano di naufragare nel breve volgere di qualche ora. L’ulteriore taglio di 2 milioni di euro per le ex Province, che passano da 20 milioni a 18 milioni, il taglio di 500 mila euro, cioè il 10% di quanto previsto, per i ragazzi e le ragazze diversamente abili è un episodio che si commenta da solo, se confrontato con il fatto che vengono aumentate le risorse per cose inutili, clientelari, che destano preoccupazioni di fronte al cinismo con il quale si toglie ai ragazzi diversamente abili per investire in operazioni di perfetto clima preelettorale e clientelare. Abbiamo risanato il bilancio della Regione, con lacrime e sangue, per avere un futuro migliore. Se il risanamento coincide con questo assestamento, sappiano che sarò fermo all’opposizione per impedire l’approvazione di questo vergognoso provvedimento. Così come per le altre province, anche alla provincia di Siracusa vanno ripartite le risorse previste nell’assestamento di bilancio. Voglio sapere – chiede ancora Vinciullo – dei 18 milioni previsti quanto spettano all’ex Provincia di Siracusa, sapendo che abbiamo una necessità non inferiore a 16 milioni di euro, così come per l’assistenza per i ragazzi e le ragazze diversamente abili, vogliamo sapere di questo 4 milioni e mezzo quanto tocca alla provincia di Siracusa. È veramente insopportabile, vergognoso, al limite del cinico, vedere come a tutti i Comuni e a tutte le rimanenti Province vengono assegnate le risorse al limite del centesimo.L’unica voce che rimane indistinta è quella che riguarda la provincia di Siracusa, che poi dovrebbe attendere l’elemosina della Conferenza Regione – Autonomie Locali per avere assegnata la quota che le è dovuta e che, ricordo, negli ultimi 30 milioni di euro assegnati alle Province valeva meno di 1,5 milioni di euro per la provincia di Siracusa. Invito pertanto la Giunta a rivedere il testo, a riconsiderare che nella manovra finanziaria deve entrare la provincia di Siracusa che, in termine di tasse pagate, è in assoluto la più generosa di tutta la Regione Siciliana, generosità che ha pagato e continua a pagare con centinaia di morti provocati dall’inquinamento delle industrie. Se il Governo e la Giunta pensavano che di fronte a un tale assurdo provvedimento rimanessi silente, non hanno compreso nulla della vita politica. L’ex Provincia regionale di Siracusa non può valere meno di un autodromo o di un gruppo musicale, di un Consorzio universitario o di contributi a pioggia per soggetti spesso esistenti solo sulla carta. L’ex Provincia di Siracusa ha 700 lavoratori che da 4 mesi non percepiscono lo stipendio, ha centinaia di ragazze e di ragazzi diversamente abili che, iniziata la scuola, continuano a non avere l’assistenza e a rimanere a casa, non avendo la possibilità di inserirsi nella normale attività didattica. La provincia di Siracusa, caro Governo – conclude l’on. Vincenzo Vinciullo – non è un’entità geografica astratta, ma è una realtà politica ed economica che è presente nell’Isola e che garantisce, con le sue entrate finanziarie, la vita delle altre province. Pertanto, sia chiaro: o si cambia la manovra finanziaria o la stessa per me è assolutamente irricevibile, e quindi, fin da adesso, invito i dipendenti della ex Provincia di Siracusa ed i genitori dei ragazzi e delle ragazze diversamente abili ad intraprendere azioni di lotta a sostegno della battaglia che condurrò a difesa della mia provincia e della mia gente».

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *