Be My Whisper si aggiudica il Premio Nastro D’Oro di Sicilia e Samitri il Premio Mediterraneo mentre i bambini fanno festa

Be My Whisper
Be My Whisper

SIRACUSA – L’allenatore Vincenzo Caruso fa poker di vittorie, ipotecando anche entrambi gli Handicap Principali, mentre i bimbi, tanti, sorridenti e vogliosi di dimostrare discipline diverse, hanno incrociato la passione ippica. È il resoconto del convegno di ieri all’Ippodromo di Siracusa

La cronaca del Premio Nastro D’Oro di Sicilia racconta di un Be My Whisper, in assoluta sintonia con il fantino Seby Macca, che non delude le attese con la terza vittoria consecutiva e fa suo l’Handicap sui 2100 della pista piccola. Allunga sulla sorprendente Madama Mascara, che sfrutta il pesino. Terzo Commodo che si adatta subito al tracciato siracusano.

Samitri, invece, stampa sul palo il favorito Kylach Me If U Can,  nel Premio Mediterraneo.

L’altro Handicap, sui 1400 della pista grande, è pennellato da Mariolino Esposito. Terzo, a sopresa, Alp D’Huez capace di spuntarla su avversari di ottima levatura.

citta-dei-bambini-e-handicap-1Intanto per l’evento collaterale “Una Città per i Bambini”, molte le associazioni pronte a promuovere attività ludico–sportive con i loro piccoli associati.  Monta americana con il piccolo Giorgio Runza, ginnastica ritmica con l’associazione Hobby Sport, le arti marziali esibite dall’Accademia Thapsos di Priolo, il twirling messo in scena dall’associazione Medea di Siracusa e la scherma dimostrata su pedana dall’A.S.D. Scherma Augusta.

Entusiasmo, per le passeggiate a cavallo, l’animazione a cura di “Il mondo che Vorrei”, il progetto “Pompieropoli” che ha permesso di vestire i panni del pompiere e la sfilata d’abiti realizzati con materiale da reciclo dall’associazione “Risvegli per Carmelo Calvo”.

Prossimo convegno sabato 5 novembre.

 

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *