Cresce la prostituzione nel siracusano secondo i Carabinieri impegnati ieri in un servizio di prevenzione e contrasto

prostitute-controlliSIRACUSA – Servizi di prevenzione, controllo e contrasto al fenomeno della prostituzione, sono stati effettuati nella giornata di ieri, in tutta la provincia, dai Carabinieri del Comando provinciale di Siracusa.

Un fenomeno sempre in crescita, ben presente da nord a sud del territorio siracusano. Al termine delle attività sono state controllate ed identificate complessivamente 28 prostitute, di cui 12 rumene, 5 nigeriane, 2 albanesi e 9 italiane, tutte di età comprese tra i 20 ed i 40 anni.

Per una di loro si è proceduto allontanamento dal territorio nazionale, a seguito di un provvedimento emesso dall’autorità di Treviso nel 2009, mentre per le altre sono in corso verifiche per l’emissione di eventuali provvedimenti.

Le zone attenzionate sono state le vie d’uscita da Siracusa verso il sud della provincia (viale Ermocrate, via Columba, via Elorina) e, nella zona nord, la S.S. 194 (Lentini – Ragusa) e la S.S. 385 (Catania – Gela).

Inoltre, sono stati controllati diversi clienti, alcuni dei quali sanzionati per infrazioni al Codice della Strada e, in un caso, è scattata la denuncia perché un uomo di 40 anni, italiano, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico e di un tirapugni.

Un fenomeno, dunque, in aumento, che necessita di continui e incisivi controlli, anche di tutela della salute pubblica, in quanto spesso chi si prostituisce oltre a risulta vittima di svariate forme di sfruttamento, esercita in zone con condizioni igienico sanitarie precarie,  mettendo, altresì, a rischio anche la sicurezza stradale.

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *