Mette a soqquadro l’abitazione e aggredisce la madre che gli nega i soldi per la droga, in manette 31enne lentinese

LENTINI – Nella serata di ieri, i Carabinieri di Lentini intervenivano presso un’abitazione del centro abitato arrestando, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, violenza privata e  resistenza a pubblico ufficiale, il 31 Filadelfo Zarabano, già noto alle forze dell’ordine.

I militari dell’Arma sono intervenuti nell’abitazione dei genitori del giovane, dove lo stesso abita insieme con la moglie e due figlie minorenni, a seguito di  una richiesta telefonica da parte di un cittadino, che chiedeva aiuto per sedare una violenta lite in famiglia.

Sul posto i Carabinieri accertavano che l’uomo, in preda all’ira ed in evidente stato di ebbrezza alcoolica, aveva messo completamente a soqquadro l’intera abitazione aggredendo la madre, fortunatamente senza gravi conseguenze, reiterando, di fatto, analoghi maltrattamenti mai denunciati e  già posti  in essere nel passato, quando gli venivano negate, da  parte dei genitori, richieste di denaro per l’acquisto di droga.

All’arrivo dei militari, il giovane lentinese tentava di aggredirli  e di colpirli con calci e pugni, non riuscendovi solo grazie alla prontezza e reattività del personale dell’Arma.

Zarbano veniva quindi dichiarato in arresto, ed espletate le formalità di rito, veniva trasferito nel carcere di Cavadonna.

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *