Crisi finanziaria delle ex Province, Vinciullo: “Distribuire i 122 milioni di euro stanziati dalla Commissione e dall’Ars”

La sede dell’ex Provincia a Siracusa

SIRACUSA  Sempre più disagiate le ex Province siciliane ancora senza fondi a discapito degli stipendi dei dipendenti e, come nel caso di Siracusa, anche dei lavoratori delle società partecipate, i cui pagamenti sono ormai attesi da mesi, oltre che per lo svolgimento dei compiti, come le manutenzioni degli edifici scolastici, della viabilità e del trasporto dei disabili.

«Bisogna procedere velocemente a ripartire i 122 milioni di euro che sono stati stanziati per le ex Province dalla Commissione Bilancio e dall’Assemblea Regionale Siciliana dichiara il presidente della Commissione Bilancio dell’Ars, Vincenzo Vinciullo -,  rispettando il mio emendamento, approvato in aula, che prevede che prima vengono gli stipendi dei lavoratori dipendenti e poi tutti il resto. Nella suddivisione delle risorse, sia chiaro, che deve essere tenuta nella dovuta considerazione, proprio perché prevista dalla legge, la presenza dei lavoratori, che devono avere la precedenza su tutto e su ogni cosa.Di conseguenza – aggiunge il parlamentare siracusano – l’egoismo, l’arroganza e la violenza dei numeri non possono assolutamente essere utilizzati nelle riunioni tenute nei vari tavoli regionali.Martedì, incontrerò sia l’assessore Baccei, che l’assessore Lantieri affinché, nel rispetto dei ruoli reciproci, tengano conto del fatto che le Città Metropolitane non possono pensare di fagocitare quasi il 50% delle risorse destinate alle ex Province.Ancora una volta – ha concluso Vinciullo siamo costretti a costatare che, anziché pensare alla persona umana e ai problemi delle famiglie dei lavoratori, si continua a perdere tempo, alla ricerca di soluzioni che vanno aldilà di quanto previsto dalla legge che, ripeto, ha posto un solo vincolo: quello del pagamento degli stipendi».

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *