La seduta del Consiglio comunale

CANICATTINI – Seduta consiliare caratterizzata dal completamento degli organismi del nuovo Consiglio comunale insediatosi lo scorso 30 giugno. All’ordine del giorno della seduta di ieri sera predisposto dal presidente Paolo Amenta, la costituzione dei Gruppi con l’indicazione dei rispettivi capigruppo, la nomina delle Commissioni e dei tre rappresentanti in seno al Consiglio dell’Unione dei Comuni “Valle degli Iblei”.

Dopo la votazione all’unanimità del verbale della prima seduta, quella appunto d’insediamento, si è  passati alla costituzione dei Gruppi consiliari, due quelli indicati: “Sviluppo e Futuro” per la maggioranza, composto da 8 consiglieri, con capogruppo Sebastiano Gazzara; e “Insieme per Cambiare” per la minoranza, con 4 consiglieri e capogruppo Danilo Calabrò.

Il punto successivo, dopo che il segretario generale del Comune, Sebastiano Grande, ne ha illustrato le modalità di voto, ha riguardato la votazione per la nomina dei 5 componenti della 1° Commissione consiliare permanente (Lavori pubblici, Urbanistica, Ecologia, Igiene e Sanità). Sono risultati eletti: Sebastiano Gazzara, Mariangela Scirpo e Gianna Belluardo, per la maggioranza; Luisa Chiarandà e Francesca Cassarino, per la minoranza.

Subito dopo è toccato nominare i componenti della 2° Commissione consiliare permanente (Bilancio, Finanze, Patrimonio e Programmazione economica). Ne faranno parte: Sebastiano Cascone, Concetta Mangiafico e Sebastiano Gazzara, per la maggioranza; Danilo Calabrò e Francesca Cassarino, per la minoranza.

Si è dunque passati alla nomina della 3° Commissione consiliare permanente (Viabilità e Traffico, Servizi pubblici comunali). Nominati  componenti: Sebastiano Cascone, Gianna Belluardo e Sergio Petrolito, per la maggioranza; Luisa Chiarandà e Sebastiano Garro, per la minoranza.

Per quanto riguarda i tre consiglieri (2 della maggioranza ed uno della minoranza), che invece faranno parte del Consiglio dell’Unione dei ComuniValle degli Iblei”, sono stati eletti Sebastiano Gazzara e Sebastiano Cascone per la maggioranza, e Francesca Cassarino per la minoranza.

Per quanto riguarda la Commissione Elettorale comunale, composta dal sindaco e da 3 consiglieri, sono stati eletti: Sebastiano Gazzara e Mariangela Scirpo, per la maggioranza, e Sebastiano Garro per la minoranza. Supplenti sono: Sergio Petrolito e Gianna Belluardo per la maggioranza, e Luisa Chiarandà per la minoranza.

Infine, l’ultima votazione ha riguardato la nomina dei componenti la Commissione per l’aggiornamento degli elenchi dei giudici popolari, per la quale sono stati eletti  2 consiglieri, Sergio Petrolito per la maggioranza e Sebastiano Garro per la minoranza.

Concluse le votazioni il presidente Amenta ha ricordato come il Consiglio adesso sia nella pienezza delle sue funzioni, invitando tutti i consiglieri a fare riferimento al Regolamento, anche nella presentazione di ordini del giorno, se di carattere “urgente”, per il quale basta depositarli anche 24 ore prima, o se utilizzando sempre la clausola della sottoscrizione di almeno un quinto dei Consiglieri, si tratta di punti per la prima seduta utile o da porre in discussione entro i 20 giorni previsti sempre dal Regolamento del Consiglio.

A tal proposito, pertanto, ha chiesto al Gruppo “Insieme per Cambiare”, che nei giorni scorsi aveva presentato al protocollo due richieste di ordini del giorno, per la trattazione di altrettanti argomenti (dei quali non è stata data lettura), vi fossero, a loro dire, i caratteri d’urgenza, cosa che il presidente non ha riscontrato, o potevano essere inseriti successivamente.

Intervenendo, il capogruppo Danilo Calabrò, dal canto suo, ha anch’egli escluso l’urgenza, chiedendo l’inserimento dei due argomenti nella prima seduta utile del Consiglio comunale.

Chiusa la puntualizzazione ha preso la parola l’assessore Pietro Savarino per leggere una lettera inviata dal consigliere Calabrò al sindaco, al segretario generale, e per conoscenza all’Assessorato regionale alle Autonomie Locali e alla Procura della Repubblica di Siracusa, con la quale si chiede quali provvedimenti l’Amministrazione comunale abbia intrapreso nei confronti di quei cittadini trasgressori che la sera del 14 giugno scorso, con auto e moto, alcuni anche privi di casco, hanno dato vita ad un carosello con corteo, in un tratto dell’isola pedonale di Piazza XX Settembre mentre era acceso il semaforo rosso del divieto di accesso.

Savarino precisava che quell’episodio era riferito, dopo il comizio di ringraziamento della sua lista “Sviluppo e Futuro” , regolarmente autorizzato, per la vittoria alle Amministrative, all’iniziativa spontanea di alcuni sostenitori per festeggiare detta vittoria e l’elezione del sindaco Miceli.

«Un momento spontaneo, popolare, come se ne registrano in altre occasioni anche per importanti vittorie calcisticheha detto Savarinoche è durato pochi minuti, il tempo di un passaggio da quel tratto di Piazza XX Settembre per proseguire in altra zona, e che di certo non meritava l’invio della lettera persino alla Procura. Visto che ancora le immagini, con l’identificazione delle targhe di quei mezzi, sono presenti nell’archivio della videosorveglianza, l’avvocato Calabrò ci dica se dobbiamo multare i cittadini per un momento di esultanza e lo faremo».

A Savarino ha immediatamente ribattuto il consigliere Danilo Calabrò.

«Intanto a chi inviare le lettere – ha sottolineato il capogruppo di “Insieme per Cambiare” – l’assessore Savarino, che non è assessore di competenza in questa vicenda, lo lasci decidere a noi. Comunque, noi vi abbiamo chiesto cosa avete fatto voi in merito, per cui non si ribalti la frittata facendo dipendere il da farsi da noi o da Calabrò. Ci sono delle regole e vanno rispettate, si poteva benissimo chiedere in tempo l’autorizzazione per il corteo».

«Una rigiditàha ripreso Savarino senza fare alcun riferimento e mentre il presidente Amenta tentava di porre fine alla discussioneche colpisce cittadini che hanno voluto improvvisare un momento di esultanza ripreso dalla videosorveglianza pubblica. Il discorso sanzionatorio dovrebbe farsi valere anche  per chi viene ripreso col cellulare da liberi cittadini, mentre a cavallo del proprio scooter attraversa di sera la zona ZTL con dietro la moglie senza casco. Anche questa è violazione».

Ala nuova Municipio Canicattini

Richiamati i consiglieri e gli amministratori al rispetto del Regolamento, il presidente ha infine dato la parola al sindaco Marilena Miceli che ha comunicato al Consiglio l’avvenuta notifica del decreto finale di finanziamento regionale dei lavori riguardanti la manutenzione e riqualificazione della facciata e degli uffici dell’ala nuova del Palazzo Municipale, quella che si affaccia su via Principessa Iolanda, dove si trova anche l’aula consiliare, e quindi l’avvio dell’iter per l’appalto dei lavori.

Concluso anche questo intervento, ed essendo già esauriti i punti all’ordine del giorno, il presidente del Consiglio comunale, Paolo Amenta, chiudeva la seduta.

 

Please follow and like us:
0