FLORIDIA – Nella giornata di ieri i Carabinieri della Tenenza di Floridia hanno tratto in arresto, e posto ai domiciliari, il 783nne floridiano P.V., incensurato, resosi responsabile di estorsione ai danni di un imprenditore agricolo locale.

Circa 15 giorni fa, infatti, la vittima aveva denunciato ai Carabinieri il furto, da parte di ignoti, di un aratro agricolo del valore di circa 3.000 euro.

Nei giorni successivi poi lo stesso era stato più volte contattato telefonicamente da un soggetto che si era proposto di mediare per rintracciare e restituirgli l’oggetto del furto, in cambio di 1.500 euro, con il tipico metodo del “cavallo di ritorno”.

Dopo alcuni giorni, conclusa la trattativa e raggiunto l’accordo sul pagamento di una somma di 1.100 euro, i due si sono incontrati per la consegna del denaro e la restituzione dell’aratro, presso il fondo agricolo dell’anziano 78enne in contrada Santa Lucia, dove lo stesso nascondeva l’aratro.

A questo punto sono intervenuti i Carabinieri, che già presenti sul posto hanno colto in flagranza di reato l’uomo, rinvenendo effettivamente l’attrezzo agricolo all’interno di un’autorimessa, e dichiarandolo quindi in stato di arresto.

L’arrestato, condotto presso i locali della Tenenza di Floridia per le formalità di rito, è stato poi sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione così come disposto dall’autorità giudiziaria di Siracusa.

Please follow and like us:
0