Da sx: Petruzzelli, Borges, Miceli, Castiglia

CANICATTINI – Il sindaco Marilena Miceli, ha ricevuto, nella giornata di ieri,  la gradita visita del professore Marcello Borges, docente di Storia dell’Emigrazione al Dickinson College della Pennsylvania, che ha scelto il Museo dell’Emigrazione Siracusana di Canicattini Bagni per studiare e approfondire il fenomeno dell’emigrazione siciliana attraverso l’archivio di lettere custodito nella struttura museale canicattinese.

L’illustre docente era accompagnato dagli operatori e ricercatori del Museo Tempo (Museo del Tessuto, dell’Emigrazione e della Medicina Popolare), Oriana Castiglia e Salvatore Petruzzelli.

In particolare, al Museo Tempo, il prof. Borges ha studiato il carteggio di una famiglia di emigranti canicattinesi, un corpus di più di cinquecento lettere che abbracciano un periodo storico molto ampio che va dagli anni ’20 agli anni ’60 del XX secolo.

La ricerca del docente del Dickinson College della Pennsylvania, che sarà completata con la pubblicazione di un libro, è incentrata sull’emigrazione dei popoli del Sud Europa verso le Americhe, ed ha già interessato i Centri di ricerca storica del Portogallo, della Spagna, e quindi del Museo Tempo, e proseguirà presso l’Archivio Ligure di Scrittura Popolare di Genova.

Tra le numerose pubblicazioni del prof. Marcello Borges: Languages of love: Emotion, Gender and Migration since 1880; Migrant letters: Emotional Language, Mobile Identities, and Writing Practice in Historical Perspective; Company Towns: Labor, Space and Power Relations across Time and Continents.

«Siamo lusingati della visita di illustri ricercatori come il prof. Borges – ha commentato il sindaco Miceli – in quanto è la testimonianza del valore culturale e della validità del materiale custodito nel nostro Museo Tempo per quanto riguarda l’Emigrazione, unico in provincia e tra i pochissimi in Sicilia. Un lavoro svolto con professionalità e passione dai ricercatori e dagli operatori della nostra struttura museale, che ringrazio, che rappresenta la memoria storica sul fenomeno migratorio canicattinese e siracusano, in particolare tra la fine dell’800 e gran parte del secolo scorso».

Please follow and like us:
0