Claudio Fava

Canicattini – «Un messaggio inquietante e deplorevole la busta con il proiettile inviata al presidente della Commissione regionale Antimafia dell’ARS, on. Claudio Fava, persona stimata e da lunghi anni impegnato nella lotta alla piovra mafiosa che continua a piegare la Sicilia e tante altre Regioni d’Italia dove forti sono gli interessi per la criminalità organizzata».

Così il sindaco di Canicattini Bagni, Marilena Miceli, ed il presidente del Consiglio comunale della stessa città, Paolo Amenta, anch’essi in questi anni vittime di intimidazioni anonime, nell’esprimere vicinanza e solidarietà, a nome personale, dell’Amministrazione e dell’intero Consiglio comunale, all’on. Claudio Fava, presidente della Commissione regionale Antimafia dell’Ars, ed esponente di Cento Passi, dopo la notizia della busta con proiettile a lui indirizzata.

«Una minaccia che non può fermare il lavoro di chiarezza avviato dall’on. Fava con la Commissione Antimafia – hanno continuato il sindaco Miceli e il presidente Amenta -, sui tanti misteri e morti eccellenti che hanno insanguinato l’Isola, ad iniziare dai depistaggi sull’uccisione del giudice Paolo Borsellino e la sua scorta. Minacce nascoste dall’anonimato che purtroppo oggi colpiscono sempre più Amministratori pubblici impegnati ogni giorno con coraggio e determinazione nell’affermazione della legalità. Piena vicinanza e solidarietà all’On. Fava e l’auspicio che gli investigatori ed i magistrati possano fare luce su quest’ultimo atto e assicurare mandanti ed esecutori alla Giustizia».

Please follow and like us:
0