“La società degli ultimi: dignità, accoglienza, diritti”, il 17 aprile incontro con Moni Ovadia e il teologo Ruggieri

Foto d'archivio
Foto d’archivio

SIRACUSA – “La società degli ultimi: dignità, accoglienza, diritti”: questo il titolo dell’incontro che si svolgerà venerdì 17 aprile, alle ore 18, a Siracusa, presso la Chiesa di Bosco Minniti (in via Specchi 98), luogo simbolo di accoglienza e di lotta per i diritti.

A fare da padrone di casa sarà padre Carlo D’Antoni, a intervenire saranno Moni Ovadia, scrittore, attore, drammaturgo, compositore e cantante, e don Giuseppe Ruggieri, celebre teologo italiano.

Ovadia e Ruggieri, coordinati dal giornalista Massimiliano Perna, dialogheranno sul concetto di dignità in tutte le sue sfaccettature e con particolare riferimento ai temi dell’emarginazione, dello straniero e dell’accoglienza.

La volontà è quella di mettere a confronto il pensiero di un intellettuale laico, molto attento ai diritti della persona, e quello di un intellettuale cattolico, che esprime la naturale attenzione della Chiesa (o almeno di una sua parte) per l’essere umano, in particolare per chi è costretto a vivere ai margini di una società sempre meno disposta a includere.

Un dialogo che permetta, attraverso le domande e le successive risposte, di sollecitare nel pubblico una riflessione sui veri valori che dovrebbero appartenere a chi, cattolico o no, si definisce cittadino, individuo, essere umano, e stimolarlo a prendere posizione rispetto a ciò che lo circonda.

Quello del 17 aprile è il quarto incontro di un ciclo organizzato, a partire dall’ottobre 2014, a Siracusa dalla parrocchia di Bosco Minniti e da un gruppo eterogeneo di cittadini oggi confluente nella costituenda associazione culturale “Gli Amici di Ciàula”, con la partecipazione di Amnesty International Gruppo Italia 85 e con il patrocinio della Fondazione Migrantes, allo scopo di promuovere e diffondere nella città e nella provincia la cultura della solidarietà e dell’accoglienza e la tutela dei diritti umani. L’iniziativa è patrocinata anche dall’Assostampa Siracusa.

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *