Vinciullo: “Il corso di laurea Infermieristica non può chiudere a Siracusa, l’Asp trovi soluzione per saldare l’Università di ME”

infermieriSIRACUSA Un debito dell’Asp di Siracusa di oltre un milione di euro nei confronti dell’Università di Messina che l’Aziensa sanitaria non può onorare, e a rischio è il corso di laurea in Infermieristica da anni funzionante nel capoluogo aretuseo.

Un pericolo da scongiurare secondo il deputato regionale Ncd, Vincenzo Vinciullo, “per il ruolo importante che ha svolto in questi anni e per la crescita umana e culturale di centinaia di allievi che hanno frequentato, con esiti sicuramente positivi, la scuola”.

«Va però fatto presente che – ha sottolineato l’on. Enzo Vinciullo – l’attuale commissario non ha alcuna responsabilità, perché i debiti sono stati contratti dalle amministrazioni precedenti. Al commissario però ho fatto presente che un’eventuale azione risarcitoria da parte dell’università di Messina costringerebbe qualsiasi giudice a condannare l’Asp di Siracusa e quindi  si otterrebbe il duplice effetto di pagare il debito e di vedere chiusa la sede. Ho invitato il rettore dell’Università di Messina a incontrarsi col direttore generale per trovare una soluzione concordata anche diluendo in più anni il pagamento degli arretrati.Questo perché è chiaro che l’Asp non è nelle condizioni di pagare in una sola annualità quasi un milione di euro di debiti.Ultimata la Finanziaria – ha concluso Vinciullo – insieme al direttore generale incontreremo il rettore a cui nel confermare la volontà di pagare faremo presente che interesse della provincia di Siracusa che la scuola rimanga perché è oggettivamente una risorsa indispensabile per i giovani di Siracusa».

Please follow and like us:
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *