Canicattini, pubblicata l’ordinanza per evitare gli sprechi e il cattivo uso dell’acqua delle fontane e delle prese pubbliche

fontanelleCANICATTINI – In attesa della redazione della Carta dei Servizi e del nuovo Regolamento comunale per la concessione dell’acqua potabile, d’intesa con il sindaco Paolo Amenta, e con l’assessore ai Lavori Pubblici e alla Protezione Civile, Salvatore La Rosa, il dirigente del Terzo Settore – Area Tecnica, geometra capo Giuseppe Carpinteri, con propria ordinanza n. 1 del 04/05/2015 n. 25 R. G.,  ha inteso disciplinare l’uso dell’acqua potabile delle fontane e delle prese pubbliche.

Un provvedimento che si è reso necessario al fine di prevenire inconvenienti igienico-sanitari, abusi e sprechi, in particolare con l’arrivo della stagione estiva, e non creare disservizi all’utenza collegata alla rete idrica.

Si fissano così le direttive per l’uso dell’acqua, nel caso di necessità per servizi diversi da quelli contemplati dal vigente Regolamento del servizio idrico comunale, nelle tre fontanelle esistenti nel centro abitato (via Vittorio Emanuele angolo via Garibaldi – via Principessa Jolanda angolo via Bellini – e via De Pretis), nella fontana artistica di via Canale, e nei vari idranti antincendio collocati nelle vie cittadine (via Vittorio Emanuele di fronte Caserma dei Carabinieri, via Umberto sul sagrato della Chiesa Maria Ausiliatrice, Piazza Nassiriya area Protezione Civile), dato atto che l’altro punto di prelievo nei pressi del Mattatoio comunale è altresì riservato ai servizi urgenti della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco.

Nell’ordinanza si specifica che, in generale, è possibile attingere acqua nelle tre fontanelle pubbliche e presso la fontana artistica di via Canale, solo in piccole quantità, per fini alimentari e domestici, non maggiore a litri 100 al giorno per singolo utente.

Inoltre, viene chiarito che il prelievo dell’acqua negli idranti pubblici di via Vittorio Emanuele, via Umberto, Piazza Nassiriya nell’area della Protezione Civile, e nel punto di accesso presso il Mattatoio comunale, avvenga solo per fini di pubblica necessità e urgenza da parte del personale delle Protezione Civile, dei Vigili del Fuoco o da altre autorità.

Pertanto, è fatto divieto attingere acqua per altri usi, sia nelle fontanelle che nelle prese pubbliche (idranti) collocate nel centro urbano, così come nelle fontanelle pubbliche del Cimitero comunale e dell’abbeveratoio di via Bagni.

E ancora, è vietato attingere acqua nel punto di accesso del Mattatoio comunale se non autorizzati dal Comune di Canicattini Bagni – Ufficio Tecnico.

Infine, nello stesso provvedimento del dirigente dell’Ufficio Tecnico, si sottolinea che è vietata qualsiasi forma di commercializzazione dell’acqua verso terzi e per destinazioni non autorizzate dall’Ente.

L’Ufficio Tecnico – Servizio Idrico, potrà autorizzare la concessione temporanea d’acqua per particolari esigenze (ad esempio: siccità agricola, allevamento di bestiame, motivi igienico-sanitari, etc…), sempre in quantità limitate per non creare disservizio all’utenza, previa presentazione di richiesta di cui allo schema di domanda reperibile, così come l’ordinanza in questione, sul sito internet del Comune www.comunedicanicattinibagni.it (dal menù “Uffici e Procedimenti” sezione “Ufficio Tecnico” o dal menù “Atti e Documenti” sezione “Avvisi e Domande”).

Per poter usufruire di questo servizio è necessario:

  • Versamento di € 35,00 per diritti di segreteria per rilascio autorizzazione;
  • Deposito di € 100,00 per deposito cauzionale prelievo acqua potabile (per più di un servizio);
  • Quantificazione dei prelievi d’acqua e alle modalità dell’Ente.

Ogni trasgressione a quanto predisposto nell’ordinanza, si specifica in conclusione, verrà considerata “furto d’acqua”, ai sensi dell’art. 624 e seguenti del Codice Penale, e perseguita dal Comune, che predisporrà controlli anche con videosorveglianza,  con la presentazione di denuncia-querela alla competente Autorità Giudiziaria.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon0
Tweet 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *