Accoglienza e integrazione, attuali Le Supplici di Eschilo nelle voci degli alunni del “G. Verga” e dei migranti di Canicattini

Gli alunni del Comprensivo “G. Verga” con ragazze e ragazzi migranti ospiti a Canicattini B. ne Le Supplici di Eschilo

CANICATTINI – Un filo rosso, che si snoda per migliaia di anni, dal 463 a. C. al 2017 d. C. attraversando storia, cultura, concetto di democrazia, autodeterminazione dei popoli e degli individui, libertà di disegnare e programmare il proprio futuro e di affrontare la “sorte”. Leggi tutto “Accoglienza e integrazione, attuali Le Supplici di Eschilo nelle voci degli alunni del “G. Verga” e dei migranti di Canicattini”

Please follow and like us:

Le tragedie della politica italiana

Teatro Greco di Siracusa
Teatro Greco di Siracusa

Per Eschilo, la tragedia era come una giustizia divina, per Sofocle traduceva l’infelicità dell’uomo, per Euripide rappresentava qualcosa di irrazionale e di passionale, per Aristotele si ergeva all’imitazione di un azione seria.

Per noi italiani di oggi, la tragedia è semplicemente il significato ultimo di un azione collettiva, con la quale tutti i protagonisti si “fanno” male a vicenda, ed ognuno gode delle disavventure dell’altro, che poi sono di tutti.

La capitale d’Italia, come tutte le  città italiane vive situazioni, in molti, se non tutti i settori, al limite.

Ho ascoltato con grande interesse ed attenzione i vari messaggi video degli assessori e della sindaca a Cinque Stelle, nei quali, in breve, si fa il punto sulle difficoltà oggettive, proponendone anche la soluzione.

In fondo, che nessuno si offenda, questa fase fa pari col ciarlatanismo sfoderato da Matteo Renzi, il quale, sarà per proprie incapacità, sarà perchè guidato da entità oscure, non riesce a mettere in pratica i buoni propositi.

C’è una terza possibilità, sempre senza offesa, che si somma alle altre. Non riesce a trasformare le parole in fatti, in quanto sono troppi, molti, quelli che remano contro, interessati a mantenere, per tati motivi, lo stato attuale delle cose.

Al di là delle opposizioni, parlamentari ed extra, c’è soprattutto il fuoco amico che colpisce ed affonda con meticolosa precisione.

Ecco, se c’è una novità, almeno finora, dei Cinque Stelle, è il remare tutti nella stessa direzione, impegnati verso obbiettivi comuni.

Purtroppo, ed è manifesta nei messaggi a Cinque Stelle, rimane inalterata l’altra modalità… «noi siamo “più migliori” degli altri e quindi capaci di risolvere da soli i problemi».

Però, questa non è tragedia, è un altro filone: “Commedia all’italiana”.

******

achille-tartarugaSegui la rubrica “Aporie”.

Brevi spunti di riflessione  sull’attualità politica,

 da  leggere in un minuto.

Entra nell’archivio

Please follow and like us:

L’Inda presenta alla Bit di Milano la stagione delle rappresentazioni classiche 2015

Il momento della presentazione
Il momento della presentazione

Siracusa – «Le rappresentazioni classiche al Teatro Greco di Siracusa sono un’esperienza di identità senza raffronti all’origine della civiltà occidentale». Leggi tutto “L’Inda presenta alla Bit di Milano la stagione delle rappresentazioni classiche 2015”

Please follow and like us:

Aporie. Siracusa, Gerone I e Garozzo I, due grandi mecenati per la città dell’arte e della cultura

Gerone I
Gerone I

Siracusa – In effetti non si somigliano “pe niente“. Il primo fu il secondo tiranno di Siracusa, il secondo è il primo sindaco aretuseo dell’era renziana. Leggi tutto “Aporie. Siracusa, Gerone I e Garozzo I, due grandi mecenati per la città dell’arte e della cultura”

Please follow and like us:

L’Inda sceglie i registi per le rappresentazioni classiche: Moni Ovadia – Federico Tiezzi – Paolo Magelli

Ovadia - Tiezzi - Magelli
Ovadia – Tiezzi – Magelli

Siracusa – Sono Moni Ovadia per “Le Supplici” di Eschilo, Federico Tiezzi per “Ifigenia in Aulide” di Euripide e Paolo Magelli per “Medea” di Seneca, i registi scelti per il cinquantunesimo ciclo di spettacoli classici in programma al Teatro Greco di Siracusa dal 15 maggio al 28 giugno 2015. È la decisione presa dal consiglio d’amministrazione della Fondazione Inda presieduto da Giancarlo Garozzo, e composto anche da Walter Pagliaro, Paolo Giansiracusa, Arnaldo Colasanti e Antonio Presti. Leggi tutto “L’Inda sceglie i registi per le rappresentazioni classiche: Moni Ovadia – Federico Tiezzi – Paolo Magelli”

Please follow and like us: