Oggi il ricordo dei “fatti di Avola”, a 50 anni dall’uccisione dei braccianti in lotta si chiede di rendere giustizia alle vittime

Avola – Ricorrono oggi i 50 anni dei sanguinosi “Fatti di Avola”, quando il 2 dicembre del 1968 la Polizia del ministro democristiano dell’Interno, Franco Restivo, siciliano legato agli agrari, controparte dei lavoratori, dopo averli caricati, sparò sui braccianti del siracusano che manifestavano, dopo giornate di lotta e di blocchi stradali, per l’aumento di appena 300 lire della paga giornaliera, l’eliminazione delle differenze salariali e di orario fra le due zone nelle quali era divisa la provincia, l’introduzione di garanzie per il rispetto dei contratti, l’avvio delle commissioni paritetiche di controllo strappate con la lotta nel 1966 ma mai messe in funzione. Leggi tutto “Oggi il ricordo dei “fatti di Avola”, a 50 anni dall’uccisione dei braccianti in lotta si chiede di rendere giustizia alle vittime”

Please follow and like us:
error0

Si ricordano oggi i 48 anni dai tragici e sanguinosi “Fatti di Avola”, quando la Polizia sparò e uccise due braccianti in lotta

fatti_avolaAVOLA – Ricorrono oggi 48 anni dai sanguinosi “Fatti di Avola”, quando il 2 dicembre del 1968 la Polizia del ministro democristiano dell’Interno, Franco Restivo, siciliano legato agli agrari, controparte dei lavoratori, dopo averli caricati, sparò sui braccianti del siracusano che manifestavano, dopo giornate di lotta e di blocchi stradali, per l’aumento della paga giornaliera, l’eliminazione delle differenze salariali e di orario fra le due zone nelle quali era divisa la provincia, l’introduzione di garanzie per il rispetto dei contratti, l’avvio delle commissioni paritetiche di controllo strappate con la lotta nel 1966 ma mai messe in funzione. Leggi tutto “Si ricordano oggi i 48 anni dai tragici e sanguinosi “Fatti di Avola”, quando la Polizia sparò e uccise due braccianti in lotta”

Please follow and like us:
error0

Ricordati oggi i tragici e sanguinosi “fatti di Avola” del 2 dicembre 1968 nel quale vennero uccisi due braccianti in lotta

Lo sciopero dei braccianti
Lo sciopero dei braccianti

AVOLA – Ricordati stamane ad Avola, davanti alle stele eretta a Chiusa di Carlo, i tragici e sanguinosi “fatti di Avola” del 2 dicembre del 1968, quando, alle porte della città, la Polizia uccise due braccianti, Angelo Sigona e Giuseppe Scibilia, e ne ferì ben 120 a colpi di arma da fuoco, solo perché manifestavano per l’aumento della paga giornaliera, l’eliminazione delle differenze salariali e di orario fra le due zone nelle quali era divisa la provincia, l’introduzione di garanzie per il rispetto dei contratti, l’avvio delle commissioni paritetiche di controllo strappate con la lotta nel 1966 ma mai messe in funzione. Leggi tutto “Ricordati oggi i tragici e sanguinosi “fatti di Avola” del 2 dicembre 1968 nel quale vennero uccisi due braccianti in lotta”

Please follow and like us:
error0