Canicattini, il sindaco Amenta incontra e da il benvenuto ai 20 giovani impegnati nei progetti del Servizio Civile Nazionale

Amenta incontra i giovani del SCN
Amenta incontra i giovani del SCN

CANICATTINI – Il sindaco Paolo Amenta, presenti anche gli assessori, ha incontrato stamane i 20 giovani del Servizio Civile Nazionale, che hanno superato le selezioni e dallo scorso 7 novembre sono impegnati al Comune nei tre progetti finanziati, “Nonni in prima linea 2015” (8 volontari), “Canicattini in tour 2015” (6 volontari) e “Tutti pazzi per l’ambiente 2015”.

Nel dare il benvenuto ai 20 giovani che resteranno a prestare servizio per un anno al Comune, il primo cittadino canicattinese ha voluto ricordare come la sua Amministrazione, sin dal primo anno di sindacatura, si sia impegnata nel presentare progetti di utilità collettiva e sociali, e di formazione per gli stessi giovani, in linea con le prospettive di sviluppo del territorio ibleo e più in generale dell’isola, in settori trainanti quali l’ambiente e la raccolta differenziata dei rifiuti, l’assistenza e la cura delle persone, in questo caso gli anziani, e il turismo sostenibile, quindi la cultura dei luoghi e della città.

«Oggi questo territorio, ma più in generale tutto il meridioneha detto Amentavive un momento di grande difficoltà e di crisi, con la disoccupazione giovanile, se guardiamo ai dati siracusani, che vola oltre il 60% per cui c’è la necessità, considerando anche che il pubblico impiego non assorbire quasi più nessuno, di individuare, come stiamo facendo anche attraverso l’Anci, del quale sono  vice presidente regionale, o con strutture pubblico-private di studio, progettazione e gestione, come l’Agenzia di Sviluppo degli Iblei – Gal Val d’Anapo, di cui sono presidente, settori di sviluppo per queste aree, impegnando la vostra generazione e quelle future. Settori dove siano riscontrabili aiuti economici e sostegno alle imprese o per la nascita di nuove imprese giovanili, che guardino realmente alla crescita di questa terra, come possono essere oggi gli aiuti comunitari ma anche statali, dai fondi europei della nuova programmazione ai Pac, e altro ancora.

Parliamo di settori come quello Sociale, con l’assistenza e la cura delle persone più bisognose, dai disabili agli anziani; dell’Agroalimentare per la trasformazione e la valorizzazione del vasto e ricco paniere di prodotti di qualità che questo territorio produce; e parliamo di Turismo sostenibile, quindi del nostro patrimonio paesaggistico e naturalistico, oltre che culturale, e quindi la Rete Museale alla quale abbiamo dato vita, Pantalica, il barocco, Vendicari, i nostri centri storici e le nostre tradizioni.

Non a caso – ha sottolineato il sindaco Amenta – come Agenzia, e quindi Enti Locali e imprese insieme, in questi anni, grazie ai finanziamenti europei, abbiamo concentrato i nostri sforzi proprio ad arricchire i servizi per i visitatori e i turisti nei nostri centri storici e a Pantalica, acquistando anche tre pulmini,  i cui contratti o firmato proprio nei giorni scorsi, per portare i turisti ed i visitatori nelle nostre aree. Assieme a questo è importante avere servizi efficienti per le persone, ad iniziare dalle figure più fragili, anziani, infanzia  e disabili. Senza dimenticare la cura e la salvaguardia dell’ambiente, per noi una grande risorsa, e quindi una gestione sostenibile dei rifiuti.

Ecco su questi settori, se volete guardare al futuro – ha concluso il sindaco – dovete impegnarvi, e la possibilità di poter svolgere per un anno il Servizio Civile Nazionale in progetti che di questo si occupano, diventa per voi una grande opportunità formativa da non trascurare».

Amenta, nel salutare e augurare buon lavoro ai 20 giovani impegnati nei tre progetti di Servizio Civile Nazionale del Comune, non ha mancato di rinnovare la sua personale disponibilità, così come quella degli assessori e dei dirigenti, ad accogliere proposte ed iniziative anche da parte degli stessi giovani, che vanno verso la direzione dei progetti attivati, nell’interesse collettivo e dell’intera comunità canicattinese.

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *