Il 9 maggio 1978, la mafia uccideva Peppino Impastato. Impegno e modello di antimafia mai scalfito dal tempo

Peppino Impastato
Peppino Impastato

Quel 9 maggio del 1978 la mafia di Cinisi, quella al comando del boss Tano Badalamenti, con le solite complicità anche istituzionali, voleva far credere agli italiani, all’opinione pubblica, che quel giovane comunista che ogni giorno la combatteva e scherniva il padrino dai microfoni di Radio Aut, fosse un terrorista rosso, dilaniato dal suo stesso tritolo che voleva piazzare, per compiere un attentato, lungo i binari ferroviari. Leggi tutto “Il 9 maggio 1978, la mafia uccideva Peppino Impastato. Impegno e modello di antimafia mai scalfito dal tempo”

“L’arma della riconciliazione”, incontro venerdì a Siracusa tra Agnese Moro e l’ex terrorista rossa Adriana Faranda

Adriana Faranda e Agnese Moro
Adriana Faranda e Agnese Moro

SIRACUSA – Si terrà venerdì alle ore 18:30, al Centro Convegni Santuario Madonna delle Lacrime di Siracusa, la conferenza dal titolo “L’arma della riconciliazione”.  Leggi tutto ““L’arma della riconciliazione”, incontro venerdì a Siracusa tra Agnese Moro e l’ex terrorista rossa Adriana Faranda”

Una persona perbene e dalla schiena dritta al Colle. Il siciliano Sergio Mattarella eletto presidente della Repubblica

Roma – Alla quarta votazione 665 su 995 votanti dei 1009 grandi elettori (160 in più del quorum di 505 richiesto) riuniti da giovedì in seduta plenaria a Montecitorio hanno posto fine alla corsa e al toto-quirinale, che le dimissioni di Giorgio Napolitano avevano aperto, eleggendo a 12° presidente della Repubblica il 74enne siciliano Sergio Mattarella. Il primo siciliano nella storia a ricoprire questa carica. Leggi tutto “Una persona perbene e dalla schiena dritta al Colle. Il siciliano Sergio Mattarella eletto presidente della Repubblica”